Stampa offset

La stampa offset ha dei costi discreti per l’impostazione delle lastre, che vengono ampiamente ammortizzati con le grandi quantità di stampa.

Nella scelta di questa procedura di stampa, occorre tenere conto che gli inchiostri offset hanno bassa coprenza e che non è possibile trasferire molto inchiostro (perché la quantità di inchiostro deve essere in equilibrio con la soluzione acquosa e se si aumenta l’inchiostro è necessario aumentare l’acqua, rischiando di compromettere il supporto cartaceo) e che non è adatto a materiali delicati, come i film plastici, a causa dello stress che il gruppo stampa offset esercita sul supporto cartaceo.

La stampa offset è un processo di stampa planografico indiretto che si basa sul fenomeno di repulsione chimico/fisica tra acqua e sostanze grasse.

È un metodo definito planografico perché grafismi e contro-grafismi sono sullo stesso piano, ed indiretto in quanto la forma di stampa non viene a diretto contatto con il supporto, ma l'inchiostro viene trasferito da questa prima al caucciù e infine sul supporto grazie anche ad un cilindro di pressione sul supporto da stampa.

I vantaggi principali della stampa offset sono:

- l'estrema definizione e l'alta risoluzione data dal principio di repulsione acqua-olio (es: la gocciolina di olio in acqua è una sfera perfetta)
- il cilindro di caucciù permette di mantenere un'elevata qualità di stampa anche su supporti non perfettamente lisci rendendolo un sistema ideale per stampare ogni tipo di carta.